peter-cameron-festival-delle-letterature-2023-aba-lecce

Peter Cameron e Antonella Lattanzi chiudono la seconda edizione del “Festival delle Letterature” all’Accademia di Belle Arti di Lecce

peter-cameron-festival-delle-letterature-2023-aba-lecce

Ultimo appuntamento, sabato 27 maggio, del “Festival delle Letterature”, ideato e organizzato dall’Accademia di Belle Arti di Lecce in collaborazione con Palcom Comunicazione e la direzione artistica della scrittrice Anilda Ibrahimi, in programma nel capoluogo salentino nella sede dell’Accademia, in via Giuseppe Libertini, 3.

La seconda edizione del Festival delle Letterature giungerà a conclusione sabato 27 con una serata dedicata alla letteratura. Alle 19 la scrittrice Antonella Lattanzi, accompagnata dalla direttrice artistica Anilda Ibrahimi, affronterà attraverso il suo ultimo romanzo autobiografico “Cose che non si raccontano” (Einaudi) un tema delicato e per alcuni molto doloroso: il desiderio di avere un figlio. L’autrice descrive (sulla sua pelle) la forza inesorabile di un desiderio che non si ferma davanti a niente, ma anche i sensi di colpa, l’insensibilità di alcuni medici, l’amicizia che sa sostenere i silenzi e le confidenze più atroci, il rapporto di coppia sempre sul punto di andare in frantumi, la rabbia ferocissima verso il mondo (e le donne incinte).

Peter Cameron, uno degli scrittori statunitensi più amati, è l’ultimo ospite della seconda edizione del festival. Alle 20, in dialogo con Maria Ida Gaeta presenterà la sua nuova raccolta di racconti, “Che cosa fa la gente tutto il giorno?” (Adelphi). Noto al grande pubblico per il suo romanzo “Un giorno questo dolore ti sarà utile” (Adelphi), da cui è stato tratto l’omonimo film, l’autore è stato recentemente riscoperto dai lettori più giovani grazie ai consigli dei booktoker. Nel nuovo libro conduce i lettori in un’atmosfera rarefatta e straniante, piccoli e grandi drammi familiari, amorosi, esistenziali si consumano in sordina, mentre una vena sotterranea di dolore invade la realtà e finisce inesorabilmente per travolgerla e stravolgerla.

IL FESTIVAL

Mostre di fotografia, fumetto e arti grafiche, workshop, talk e presentazioni di libri animeranno per tre giorni le sale e il chiostro della struttura Cinquecentesca dove sarà accolto il pubblico di lettori, studenti, appassionati di arte che potranno incontrare scrittori e scrittrici, fumettisti, fotografi, professionisti della cultura, giornalisti, artisti nazionali e internazionali. Tra gli ospiti Peter Cameron, Antonella Lattanzi, Fabrizio Spucches, Enri Canaj, Simone Pace, Michela Rossi (in arte Sonno), Miguel Vila e Gianluca Murasecchi.

Il tema di quest’anno è “Oltre il confine delle parole”, dove il “confine” non è la linea che traccia ma il limite da valicare per consacrare le differenze e creare uno spazio comune di co-esistenza.

LE MOSTRE DI FOTOGRAFIA

Il festival ospiterà le mostre di fotografia di Fabrizio Spucches intitolata “Home swept home” a cura di Nicolas Ballario, e quella di Enri Canaj con “Say Goodbye BeforeYou Leave”, a cura di Ajola Xoxa fondatrice della Harabel Contemporary Art Platform di Tirana.

LE MOSTRE DI FUMETTO

Spazio anche al fumetto con l’esposizione di una selezione delle copertine di “Fumetti di Domani”, inserto del quotidiano Domani” curato dalla fumettista Michela Rossi in arte Sonno, delle tavole originali di “Fiaba di cenere” (Edizioni DB), un’opera di Simone Pace e di “Padovaland” l’esordio di Miguel Vila per Canicola Edizioni.

LE MOSTRE DI ARTE GRAFICA

Nicoletta Scilimati firma la mostra di stampa d’arteWunderkammer” e, con Gianni De Serio, quella di paper litography dal titolo “Liber Monstrorum”.

Il Festival delle Letterature è organizzato dall’Accademia di Belle Arti di Lecce in collaborazione con Palcom Comunicazione con la direzione artistica di Anilda Ibrahimi. Assistenti al coordinamento artistico e graphic design Irene Pagliara e Enrico G. Rollo di LRSA.grafica. Sponsor ufficiali dell’evento Porto Guaceto – Agricola Beach, Dok Supermercati, Stefano Arredamenti, Fortunato srl e Tenuta Quintino.

Inserisci un commento